Mamme&Papà: cosa spalmiamo nel culetto dei nostri bambini?

Ciao a tutti!
Da mamma felice ho deciso di scrivere questo articolo e dedicarlo a tutte le neo-mamme e a tutti i neo-papà.
Dopo aver passato 40 settimane ad immaginare come sarebbe stato il nostro piccolino/a, ce l’abbiamo finalmente tra le braccia 
Quando veniamo dimesse dalla clinica o dall'ospedale ed usciamo dal quell’ambiente “protetto” in cui  ci sentiamo nelle mani degli esperti, inizia a tutti gli effetti la nostra meravigliosa avventura.

Una nuova realtà

Ci troviamo catapultati in una realtà completamente nuova, avvolti da un vortice di emozioni, gioia, curiosità e anche…ansia da prestazione; ci abituiamo a metterci in disparte per lasciare spazio al nuovo principe/principessa.
Nonostante gli impegni quotidiani, cerchiamo di mantenere un sorriso di circostanza di fronte ad amici e parenti; ognuno a suo modo cercherà di darci “suggerimenti” su come accudire il nostro bambino e su come sfamarlo…eh occhio, perché se non lo allattiamo è un gran guaio! Si ammalerà, non crescerà bene e via dicendo!

Ora, per carità, non sono qui a voler fare una crociata e a negare le buone proprietà del latte materno ma io non ho allattato e mia figlia, di quasi 4 anni ormai, è cresciuta benissimo e indovinate un po? Si ammala raramente, eh eh...
Non fraintendetemi, ovviamente ben vengano i consigli però credo sia giusto che i neo-genitori possano fare i conti con la nuova realtà che hanno di fronte ed abituarsi ad essa con i propri tempi. Ora, arrivate a casa abbiamo a che fare, oltre che con le prove tecniche dell’allattamento (per me come avrete intuito è stato un mezzo disastro :/ ) anche con l’accudimento fisico ed emotivo del neonato 

Pannolini e pasta protettiva

La cosa che faremo più spesso è cambiare pannolini!!! Olè!!! 🙌
Va da se che, se siamo persone attente a cosa spalmiamo sulla nostra pelle saremo ancor più attente a cosa spalmiamo su quella dei nostri pargoli. La pasta protettiva che mettiamo ad ogni cambio pannolino è probabilmente il cosmetico che la pelle delicata del nostro bambino “vedrà” di più; solitamente le paste che utilizziamo al cambio pannolino sono a base di ossido di zinco, che ha un bel potere disarrossante. In INCI lo troviamo come Zinc oxide.
Ciò che causa irritazione è intuitivamente la pipì che, se entra a contatto con la pelle del bambino causa irritazioni ed arrossamenti; per questo sarebbe opportuno che una buona pasta per bambini fosse idrorepellente con una formula cosmetica “acqua in olio”, in modo che le particelle d’acqua vengano trattenute nella parte grassa ed oleosa della crema.
Ora, il punto è che davvero tantissime creme sul mercato, anche quelle più costose e pubbilicizzate, contengono olio di paraffina (paraffinum liquidum in INCI); oltre ad essere super inquinante (trattasi di petrolio puro), crea un film sulla pelle e la idrata attraverso il meccanismo di idratazione indiretta impedendo alla pelle la naturale traspirazione…poveri culetti!!!

Attenzione agli ingredienti

Se non siamo abituati a leggere l’INCI spendiamo qualche istante in più quando acquistiamo prodotti per i nostri bimbi: bagnoschiuma, shampoo ma soprattutto la pasta protettiva. E già, perché ricordiamoci che almeno lo shampoo e il bagnoschiuma vengono sciacquati con l’acqua mentre la pasta protettiva rimane li…nel culetto!
L’altro giorno, mi è capitata tra le mani una pasta protettiva di una nota marca per bambini: confezione verde natura, in prima linea al centro della confezione: “con ossido di zinco, estratti naturali di aloe vera, olio di mandorla, calendula, camomilla”.
Mmm…quante belle cose, ho pensato! Poi, giro la confezione e leggo l’INCI: acqua, zinc oxide e...paraffinum liquidum, petrolatum!!! Al terzo e quarto posto nell’INCI!
Ma come? E quel bel grasso vegetale, olio di mandorle, che fine ha fatto??? Lo troviamo alla fine dell’INCI, insieme a tutti gli altri estratti naturali, cioè in quantità minima.
Questo INCI si commenta da solo perciò non voglio dilungarmi oltre ;-)

L'alternativa

Esistono in commercio tanti prodotti con ingredienti naturali, senza quindi paraffina liquida o simili; con un pò più di impegno ed attenzione possiamo dunque prenderci cura della pelle delicata dei nostri bambini e prevenire arrossamenti ed allergie.

E voi, che pasta state usando per il cambio pannolino? Fatemelo sapere nei commenti qui sotto!

Spero che questo articolo possa essere utile, sarà solo il primo di tanti che dedicherò ai nostri bimbi ;-)
Un abbraccio a tutti e...congratulazioni per la vostra/nostra nuova avventura da genitori 
Un bacio
Stefy

Scrivi commento

Commenti: 0

SPEDIZIONI GRATIS  A PARTIRE DA 39,90 €

SEGUICI

PAGAMENTI SICURI CON:



 ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER E OTTIENI IL 5% DI SCONTO SUL TUO PROSSIMO ACQUISTO


CHI SIAMO    |    BLOG    |    TROVA IL NEGOZIO    |    CONTATTI